lunedì 14 luglio 2014

Del mettersi al lavoro e di una borsetta per bambina indipendente

La Frida sul sofà: del mettersi al lavoro i preparativi. Gomitolo di contone, uncinetto e cesto del cucito
Del mettersi al lavoro: i preparativi

Di quando mi metto al lavoro, di cosa succede e di cosa ne esce: una borsetta per bambina indipendente.

Mi capita così: ad un certo punto vedo un'immagine, un oggetto una stoffa insomma un qualcosa che mi ispira; si accende la lampadina e allora mi metto all'opera.
Cerco di procedere con ordine perché qui lo spazio è poco e non posso permettermi grandi manovre.

Apro tutto: le scatole con gli scampoli, le cassettine con aghi e filo, le scatoline di latta con i gessetti e il metro, accosto le stoffe e ci appoggio sopra qualche bottone e qualche pezzetto di passamaneria per vedere l'effetto dei colori e delle fantasie.

Poi disegno qualche tratto veloce dove capita, giusto per capire che cosa vorrei fare, a volte preparo anche il cartamodello con le misure da tenere e i pezzi di stoffa tagliare.
Tiro fuori la macchina da cucire, l'asse e il ferro da stiro.

Finalmente mi metto all'opera muovendomi in una specie di stato sospeso finché non ho finito.
Appena comincio cambio il progetto in corso d'opera, sposto dei pezzi, tolgo qualcosa, ingrandisco ... insomma, quello che ho pensato non è mai quello che ho realizzato.
Ma questo è il bello, stare in attesa, zittire i pensieri, unire i pezzi e aspettare con ansia di vedere cosa ne uscirà alla fine.

Del mettersi al lavoro: il risultato. Borsetta bordeuax decorata con fiori verdi all'uncinetto per bambina indipendente
Del mettersi al lavoro: il risultato. Borsetta per bambina indipendente

Sewing is my therapy!

Ps: La borsetta è un regalo per una bambina che compie 5 anni e potrà metterci qualche soldino, la tessera della biblioteca e i fazzolettini.

3 commenti:

  1. E' proprio vero, cucire è una terapia, e anche io fino alla fine non so se ci saranno modifiche rispetto a quel che avevo immaginato. Tiro fuori tutto il materiale, assemblo, accosto i colori....anche se poi ciò che realizziamo Fulvia è qualcosa di piccolo, è sempre una cosa grande perchè realizzata con le nostre mani e con il cuore!
    Bellissima la borsetta!
    Ti abbraccio, Valeria

    RispondiElimina
  2. Cara Fulvia, anche per me cucire e' una terapia con modifiche e ripensamenti in corso d'opera. Le cose fatte con le mani e con il cuore sono preziose, sicuramente la bimba a cui regalerai il tuo "gioiello" ne sarà entusiasta. Complimenti, bravissima Fulvia, un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria! Il tuo sostegno è prezioso!
      Sono felice di sapere che anche tu non sai mai bene come andrà a finire, questo è il bello!
      Un abbraccio
      fulvia

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...